Si possono mangiare gamberetti in gravidanza?

Si possono mangiare gamberetti in gravidanza?

Ci sono molti rischi per le donne incinte sul consumo di vari Pesce, surimi o anche gamberi e loro derivati. Non esiste una regola ferrea nel suo consumo se la sua assunzione è fatta correttamente e in perfette condizioni di cottura. Per questo analizzeremo come assumere i gamberi cotti e i suoi derivati ​​durante la gravidanza.

Non c'è dubbio che i molluschi siano un buon alimento da consumare, dal momento che è apporto di ferro, acidi omega 3, proteine ​​e zinco Sono molto utili per il corpo. Soprattutto nello sviluppo sia del bambino che dell'assistenza sanitaria della madre.

Una donna incinta può mangiare i gamberi?

Una donna incinta può mangiare i gamberetti, in particolare, qualsiasi varietà come gamberi, scampi, scampi o scampi e qualsiasi tipo di mollusco. Un fatto importante è la sua assunzione quando il cibo deve essere sempre cotto dal momento che il crudo non è affatto salutare. Se assunto crudo può comportare rischi per la salute della madre e del bambino.

Quando non mangiare gamberi in gravidanza

Si sconsiglia di prendere i gamberi quando sono crudi o poco cotti. Esistono molte varietà di alimenti che non è consigliabile consumare crudi durante la gravidanza, inclusi pesce e carne.

Il suo consumo in queste circostanze Può essere una grande fonte di germi. I gamberi crudi possono contenere anche il verme anisakis, quindi si può eliminare congelandolo o cuocendolo a più di 80°.

Si possono mangiare gamberetti in gravidanza?

Si consiglia inoltre di cucinarlo per non contrarre l'infezione listeria o salmonella, poiché questi batteri possono attraversare la placenta e infettare il feto, provocando un aborto spontaneo o prematuro.

I gamberi contengono anche una sostanza chiamata chinino. e che può essere dannoso per lo sviluppo del bambino. Questa sostanza è amara e si trova in alcune piante per la cura della malaria. Come i gamberetti, ci sono bevande come il tonico che contengono anche questo tipo di sostanza. La presenza di chinino nei gamberi è molto bassa, per questo nelle righe seguenti viene allegata la quantità di gamberi da consumare a settimana.

mollusco
Articolo correlato:
Quali sono i rischi di mangiare frutti di mare durante la gravidanza

Mercurio presente nel pesce e nei gamberetti è un altro problema. Un'assunzione eccessiva di questa sostanza può causare danni allo sviluppo del cervello e può causare problemi di concentrazione e apprendimento in futuro. Per questo si raccomanda un consumo tollerante e responsabile di pesce e crostacei durante la gravidanza:

  • Devi consumare un massimo di Da 150 a 300 g di gamberi a settimana.
  • I gamberi devono essere molto fresco o se possibile congelato quindi durano molto più a lungo.
  • Acquista i frutti di mare in siti attendibili, con una provenienza che viene etichettata. Se non ti senti sicuro di mangiarlo nei ristoranti, scartalo, poiché non possono provarne l'origine.

Si possono mangiare gamberetti in gravidanza?

Valore nutrizionale del gambero

I gamberi, come il resto dei crostacei e del pesce contiene molteplici vantaggi per lo sviluppo del bambino durante la gravidanza. Ma è anche un ottimo alleato per la salute della mamma:

  • Contiene un importante contributo in acidi grassi omega 3, molto importante per lo sviluppo del sistema nervoso e degli occhi del bambino.
  • Contiene un buon contributo proteine ​​ricche di aminoacidi essenziali, Molto importante per lo sviluppo del feto.
  • fornisce una fonte di calcio che è essenziale per rafforzare le ossa e i muscoli del bambino e della madre.
  • Ha una alto indice di iodio, importante anche per controllare il funzionamento della ghiandola tiroidea, sia della madre che del feto.
  • Contributo di vitamine come B2 e B12, zinco, selenio e magnesio.
  • Un altro vantaggio è che hanno un basso contenuto di grassi e quindi forniscono le giuste calorie.

In conclusione, È consentito il consumo di gamberetti in gravidanza, purché vengano assunti in modo razionato e senza eccessi. I dati che abbiamo fornito sono una raccomandazione da consumare tra Da 150 a 300 g di gamberi a settimana. Bisogna tener conto del fatto che un consumo eccessivo può essere dannoso a causa della sua contenuto di chinino e mercurio. E soprattutto, mai prenderlo crudo, ma cucinato.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.