Sindrome post-vacanza nei bambini che tornano a scuola

bambini con sindrome post-vacanza

Il bene è finito. Ci lasciamo alle spalle le giornate in spiaggia, i sonnellini, le paella, i picnic e le lunghe notti. È ora di tornare alla routine, i genitori tornano al lavoro ei bambini tornano a scuola. Il ritorno alla routine può portare a sindrome post-vacanza nei bambini con ritorno a scuola. Ma cos'è la sindrome post-vacanza e come possiamo rilevarla nei nostri figli?

Sindrome post-vacanza nei bambini

medicalmente non esiste una categoria oggi nei manuali diagnostici che cataloga la sindrome post-vacanza come malattia o disturbo. Ma quello che è certo è che esiste un file serie di sintomi che influenzano bambini e genitori in questo periodo di adattamento tra il dopo le vacanze e il ritorno alla routine.

Con l'arrivo di settembre, molti bambini sentono molta tensione per il ritorno a scuola, per adattarsi ai nuovi orari, per tornare alla routine del mangiare e del dormire, per preparare le loro cose per l'inizio dell'anno e per i nervi della loro nuova classe . Tutto questo è quello che devono fare in brevissimo tempo, che impedisce ai bambini di adattarsi progressivamente e adeguatamente.

Sintomi della sindrome post-vacanza nei bambini

Queste sono le sintomi della sindrome post-vacanza nei bambini: tristezza, apatia, svogliatezza, irritabilità, debolezza generale, mancanza di motivazione, sbalzi d'umore, perdita di appetito, angoscia e ansia. Sono le principali indicazioni che un bambino ha la sindrome post-vacanza.

I sintomi dipenderanno molto dall'età del bambino e dal grado di sofferenza con ciò che rappresenta il ritorno a scuola. È il loro modo di reagire ai cambiamenti che devono affrontare. Sindrome post-vacanza di solito dura da 2 giorni a 1 settimana. Se i sintomi psicologici persistono più a lungo possono trasformarsi in sintomi fisici come mal di testa, dolori di pancia o mancanza di sonno.

In estate i bambini hanno molta più libertà di movimento, possono andare a letto più tardi, godersi la piscina e la spiaggia, mangiare fuori orario, alzarsi tardi ... tutto il contrario della routine scolastica. Comprendono alzarsi presto, dormire e mangiare routine, lunghe ore a scuola, attività extracurricolari ed esami.

sintomi della sindrome post-vacanza

Come rilevare la sindrome post-vacanza nei bambini

I sintomi principali sono piuttosto psicologici ei bambini non diranno di avere la sindrome post-vacanza (non sapranno nemmeno cosa sia). Quindi dovremo essere consapevoli del comportamento dei nostri figli. Controlla se è cambiato e in che modo è cambiato. I sintomi principali che abbiamo visto sopra, ma quelli che di solito sono più presenti sono tristezza, irritabilità, mancanza di concentrazione e ansia.

Come possiamo aiutarti?

I genitori tengono la chiave in modo che questo processo di adattamento sia il più sopportabile possibile. Se i bambini vedono che i loro genitori stanno tornando al lavoro male, lo percepiranno e quella sensazione sarà contagiosa. dovere evitare di concentrarsi sugli aspetti negativi del tornare a scuola di fronte ai bambini in modo che non facciano lo stesso. Dobbiamo imparare a farlo vedere gli aspetti positivi tornare alla routine, aiutarli a motivarsi con le nuove sfide che si presentano e tutto il bene che torna a scuola. È anche importante creare un file tornare alla routine progressiva. Anche tornare due o tre giorni prima favorisce l'adattamento. Afferrare fino all'ultimo momento può creare più shock e contrasto e rendere più difficile l'adattamento.

Vedere i suoi compagni di classe, dormire nel suo letto, recuperare attività e giocattoli che gli piacciono ... tutto ciò che al ragazzo piaceva della sua routine scolastica. Inoltre, facendo questo per i genitori, sarà anche molto più facile per noi tornare al lavoro con un atteggiamento e una motivazione diversi.

Se i sintomi persistono per più di due settimane, ti consigliamo di andare da uno psicologo per cercare le cause della sindrome depressiva.


Perché ricorda ... ogni fase ha le sue cose buone e cattive, devi sapere come cercare il positivo di tutto ciò in cui siamo in ogni momento.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.